Installato Ubuntu 15.1 su USB (installazione completa) ma non si avvia

Sono ancora un principiante con Linux ma sto cercando di imparare. Ho due USB, una è da 4 GB e ha l’installazione ISO di Ubuntu (penso si chiami live, quella con un massimo di 4 GB di spazio permanente) e ho un usb da 64 gb per fare un’installazione completa permanente su di esso. L’ho installato seguendo questo tutorial e tutto sembra a posto (ho dovuto creare la partizione EFI con il terminale) ma non si avvierà, l’installazione live si avvia senza problemi.

Sto usando i computer della scuola che hanno protetto il menu UEFI, quindi non posso accedervi e non avrò un laptop per 3 settimane (il motivo principale per cui sto facendo questo). L’ho provato con il portatile di un amico disabilitando l’avvio sicuro ma non si avviava ancora. Ho anche visto che alcune esercitazioni non aggiungono la partizione EFI, quindi ho provato senza quella e non funzionerà ancora. E so che non è la chiavetta USB da 64 GB che non si avvia, perché avevo già installato un’installazione live e si è avviata bene.

Per favore, ho cercato di farlo funzionare per due giorni, qualche idea? Riesco a malapena a capire queste cose, quindi se potessi spiegare passo dopo passo sarebbe fantastico.

Sotto EFI, il caricatore di avvio viene memorizzato come un file normale su una partizione di sistema EFI (ESP). Quale boot loader viene avviato è memorizzato nella NVRAM. In modalità EFI, un’installazione standard di Linux posiziona il suo boot loader come EFI/ubuntu/shimx64.efi (che a sua volta chiama EFI/ubuntu/grubx64.efi ) sull’ESP e memorizza un riferimento a questo nella NVRAM. Funziona bene quando il disco è un disco interno. Con un disco esterno, però, la variabile NVRAM può essere cancellata quando il disco è scollegato dal computer; e anche se non lo fosse, il disco sarà avviabile solo sul computer su cui è installato il SO.

Poiché gli installatori del sistema operativo e i programmi di utilità di emergenza devono essere preparati su computer diversi da quelli su cui vengono eseguiti, EFI fornisce un nome file speciale per tali boot loader. Sui sistemi x86-64, quel nome è EFI/BOOT/bootx64.efi . Quindi il programma di installazione di Ubuntu usa questo nome. Puoi fare lo stesso da solo dopo l’installazione su una chiavetta USB:

  1. Montare l’ESP che si trova sulla chiavetta USB. Supponiamo che sia in /mnt .
  2. Copiare i file del caricatore di avvio originale digitando cp -r /mnt/EFI/ubuntu /mnt/EFI/BOOT .
  3. Rinominare la copia dello shim digitando mv /mnt/efi/BOOT/shimx64.efi /mnt/efi/BOOT/bootx64.efi .

Il disco dovrebbe ora essere avviabile su qualsiasi computer basato su EFI a 64 bit. Naturalmente, potrebbe essere necessario utilizzare il boot manager integrato del computer, proprio come faresti su un computer basato su BIOS, per l’avvio dall’unità flash USB.

Non so perché, non mi interessa, sono così felice che finalmente ha funzionato … Stavo provando con la v.15.1, provato con 14.04.4 LTS e non ha avuto problemi! 🙂