Il desktop di Ubuntu abilita l’accesso SSH remoto per impostazione predefinita

Ho Ubuntu desktop 16.04 con impostazione quasi predefinita. Sono curioso, è ansible che qualcuno dall’esterno si connetta alla mia macchina tramite ssh? Non ho altre macchine nella mia rete, quindi non posso controllarlo aprendo la sessione ssh.

Se è ansible mi piacerebbe disabilitare l’accesso per rimanere più sicuro.

D: Come posso controllare lo stato dell’accesso SSH nel sistema mys? Come posso disabilitare l’accesso? Se non è ansible qual è il modo migliore di proteggere una macchina?

Attualmente sto cercando google-authenticator .

Modificare:

    Ecco l’output systemctl status sshd

     $ systemctl status sshd ● sshd.service Loaded: not-found (Reason: No such file or directory) Active: inactive (dead) 

    Il desktop di Ubuntu abilita l’accesso SSH remoto per impostazione predefinita

    No, tutti i servizi sono “opt-in”. È necessario impostare ssh up prima di poterlo utilizzare. E quello sarebbe installare una versione del server per ssh. Quando si installa il server anche se si “triggers” per impostazione predefinita.

    Come posso verificare lo stato dell’accesso SSH nel sistema mys?

    16.04 con systemd: systemctl status sshd . Nel caso in cui il sistema utilizzi upstart, verificare che questo file esista: /etc/init/ssh.conf .

    Come posso disabilitare l’accesso?

    È sempre ansible eliminare il pacchetto ssh quando è installato. Se abilitato, è ansible anche arrestare e disabilitare il servizio.

     systemctl disable sshd 

    Nel caso in cui il sistema usi upstart: sudo mv /etc/init/ssh.conf /etc/init/ssh.conf.disabled

    No ssh non è installato di default. Per impostazione predefinita, il tuo sistema (desktop) non ha il servizio SSH abilitato, il che significa che non potrai collegarti in remoto usando il protocollo SSH (porta TCP 22). Ciò rende l’installazione del server SSH una delle prime fasi di post-installazione sul tuo nuovo Ubuntu. L’implementazione SSH più comune è OpenSSH.

    Per verificare se non sei sicuro, esegui questo dal tuo terminale:

     systemctl status sshd